Tepasport

Questo slideshow richiede JavaScript.

Un pò di Storia

La Storia Tepa Sport

Nel 1952 i tre fratelli Riva, Battista, Rino, Paolo, fondarono un’azienda a Rudiano dopo aver lavorato per anni singolarmente nel mondo calzaturiero. Il marchio Tepa Sport un simbolo, un fregio bianco a forma di «V» idea di vittoria rende inconfondibili scarpe da ginnastica e scarpini per calciatori, tute e mute per ogni disciplina sportiva, ma anche palloni e tanti altri accessori; negli anni ‘60 e ‘70 divenne simbolo del prodotto made in Italy in ambito sportivo[1]. Tepa Sport, distintasi in particolare nel segmento calcio, divenne la scarpa ufficiale di diversi Football Club tra i quali MilanInterJuventus e NapoliGigi RivaDino ZoffRoberto Bettega [2][3], Fulvio Collovati e Ruben Buriani[4] vestivano Tepa. La ditta sponsiorizzò anche un trofeo “Tepa Sport”[5] di tennis maschile e femminile.[6]. La Tepa Sport operava in due edifici direzionali e tre stabilimenti da 90 mila m² che lavoravano 10 mila paia di scarpe al giorno. Un marchio che divenne internazionale grazie alle vendite in tutti i continenti; sotto il marchio storico della «V» comparve la stilizzazione di un globo con paralleli, meridiani e bandierine di tutto il mondo. 

I FONDATORI

Paolo, Battista e Rino Riva, i tre fratelli fondatori del marchio TEPASPORT
Con il papà calzolaio, nel 1952 diedero vita all’azienda TEPASPORT, specializzata in scarpe da calcio, tanto da diventare in breve tempo un marchio conosciuto a livello internazionale.
Partiti in una stanzetta della propria abitazione con 2/3 paia di scarpe al giorno rigorosamente fatte a mano, alla fine degli anni ’70 la TEPASPORT operava in due edifici direzionali e tre stabilimenti da 90 mila m² che lavoravano oltre 10 mila paia di scarpe al giorno.
Un simbolo, un fregio bianco a forma di «V» idea di vittoria, rendeva inconfondibili scarpe da ginnastica e scarpini per sportivi

RUDIANO (BS)

Nel 1968, Gigi Riva visita gli stabilimenti della TEPASPORT per testare le nuove calzature.
Sarà l’inizio di una collaborazione durata anni e grazie alle modifiche suggerite anche dal campione in pochi anni gli scarpini con l’inconfondile “V” calcavano i campi di tutte le società professionistiche, dilettantistiche ed amatoriali.

CALCIO

Distintasi in particolare nel segmento calcio, divenne la scarpa ufficiale di diversi Football Club tra i quali: Brescia, Milan, Inter, Juventus, Napoli, Cagliari, Atalanta, Cesena, Genoa, Taranto, Lazio, Bologna, Foggia, Como, Avellino ecc. … oltre alla Nazionale Italiana di Calcio

CAMPIONATI MONDIALI MESSICO 1970

Dopo il successo della Coppa Europa, le scarpe TEPASPORT sono state preferite ai campionati mondiali del Messico per la loro alta qualità e perfezione tecnica.
Oltre alle scarpe da calcio, la TEPASPORT si è imposta su tutti i mercati del mondo anche con i famosi palloni impermeabili garantiti e con la vasta gamma di modelli di scarpe per training, allenamento, atletica, palestra ecc …

MESSICO 1970

Luigi Riva, detto Gigi è stato campione italiano nel 1970, campione europeo nel 1968 e vicecampione del mondo nel 1970 con la nazionale italiana, di cui detiene il record di marcature con 35 gol.
Trionfò nella classifica dei marcatori anche per le stagioni 1968-69 e 1969-70, vincendo addirittura lo scudetto con la maglia del Cagliari, l’unico della storia sarda.
Unanimemente considerato uno dei migliori giocatori italiani di ogni epoca.

GIACINTO FACCHETTI

Testimonial d’eccezione per la presentazione della nuova linea d’abbigliamento TEPASPORT.
Per la prima volta oltre ad abbigliamento sportivo per tutte le discipline, fu creata la linea “JEANS” e orgoglioso, il capitano della nostra Nazionale che con il sorriso, la cordialità, la competenza dimostrata e le qualità di cui era implicitamente portatore, garantiva personalmente in merito alla qualità del prodotto.

TRAINING ITALIA

Correva l’anno 1974 e in occasione del campionato Mondiale di calcio in Germania, TEPASPORT presentava la nuova linea “ITALIA” dedicata alle squadre partecipanti.
I colori la fecero da padroni e il successo fu immediatamente percepito in tutto il territorio nazionale ed internazionale, tanto da dover aumentare il personale ed ha fare i turni anche la notte senza mai spegnere i macchinari per oltre un anno …

TESTIMONIAL

Le scarpe da calcio utilizzate dalla maggior parte dei calciatori che hanno fatto la storia.
Gigi Riva, Dino Zoff, Enrico Albertosi, Roberto Bettega, Gaetano Scirea, Oscar Damiani, Giacinto Facchetti, Massimo Palanca, Luciano Chiarugi, Antonio Cabrini, Angelo Domenghini, Cesare Prandelli, Aldo Maldera, Luciano Spinosi, Fulvio Collovati, Roberto Mancini, Franco Baresi, Mauro Bellugi, Giuseppe Sabadini, Alberto Bigon, Gabriele Oriali, Romeo Benetti, Gianpietro Marchetti, Pierino Prati, Giuseppe Savoldi, Eugenio Bersellini, Giovanni Trapattoni, Azeglio Vicini, Enzo Bearzot …

LA NAZIONALE ITALIANA DI CALCIO

I convocati della Nazionale prima della partenza per i Modiali del 1974
Commissario tecnico: Ferruccio Valcareggi
Albertosi, Benetti, Morini, Facchetti, Bellugi, Spinosi, Chinaglia, Castellini, Riva, Capello, Rivera, Causio, Juliano, Pulici, Mazzola, Wilson, Burgnich, Anastasi, Zoff, Sabadini, Boninsegna, Re Cecconi.

TRAINING CLASSIC

Dal catalogo anni ’70 “IL FIORE DEGLI ARTICOLI SPORTIVI”, intervista ai fratelli Riva:
10.000 paia prodotte ogni giorno?
E’ dunque un successo strepitoso, che va anche visto in una prospettiva di equipe. L’affermazione, qualunque essa sia, raramente ha matrice individualistica: normalmente essa è il risultato, il punto di incontro di diverse componenti: le maestranze, i venditori, i consumatori.